Vai ai contenuti

Le slide dei talk al Linux Day 2013

  • Il progetto LibreUmbria ha come obiettivo l'adozione su larga scala nelle Pubbliche Amministrazioni dell'Umbria di LibreOffice, software libero per la produttività individuale d'ufficio (videoscrittura, calcolo, presentazioni) integrabile con programmi open source di gestione documentale.
    L'intervento vuole illustrare il percorso attuato durante l'ultimo anno, evidenziando i risultati ottenuti e gli obiettivi ancora da raggiungere.

  • Sistemi di Virtualizzazione tramite K.V.M. "Kernel-based Virtual Machine", integrazione di L.T.S.P. "Linux Terminal Server Project", vedremo come creare un ambiente virtuale distribuito, utilizzando dei Thin Client/Fat Client Desktop virtuali modulari multipiattaforma, con accesso alle risorse anche da dispositivi Mobile (Android), e Sistemi VDI tramite SPICE Simple Protocol for Independent Computing Environments.

  • Quali elementi delineano le nostre attività e identità sul web?
    Questo talk si rivolge proprio a te, che vuoi comunicarti e presentarti meglio sul web. Parleremo di come comunicare e presentare meglio la nostra identità aziendale o professionale, i nostri valori, servizi e prodotti.

  • Networks Security Monitoring, cosa è, come funziona e come abbattere la complessità della preparazione dell'ambiente operativo utilizzando Security Onion, una distribuzione GNU/linux sviluppata con lo scopo di rendere questa fase alla portata di tutti tramite un semplicissimo wizard.

  • Un breve excursus sui tre anni di storia di LibreOffice, sul presente e sul futuro della migliore suite libera per ufficio nella storia del SW open source.

  • Linux e Open Source, due realtà molto discusse del nostro tempo, hanno cambiato il modo di approcciarsi al software e all'accesso dei dati e del sapere, in modo economico e alla portata di tutti, questo viene percepito da tutti come "gratis"...
    Il talk intende mettere alla luce un concetto molte volte poco discusso, ovvero il "costo" del software libero, tentando di far capire che il software Libero non è "gratis", di poco valore, ma al contrario. Un incalcolabile valore alla portata di tutti.

  • Adottare l’OpenSource fin dalle scuole elementari significa aprire la mente dei ragazzi: molto più che la gratuità, è importante insegnare la condivisione del sapere.

  • Strumenti open source per indagini ad alto livello ma anche per il recupero dei dati perduti.

  • Un recente decreto legge dello Stato (DL 91/2013) ha stabilito che le pubblicazioni (soprattutto quelle che riguardano la ricerca) siano rese disponibili in repository ad accesso aperto, che i Ministeri interessati dovrebbero anche rendere interoperabili, evitando duplicazioni. Da un lato le informazioni tecniche e scientifiche potranno essere più accessibili per chiunque, anche se pubblicate su riviste a pagamento.