Vai ai contenuti

Document Freedom Day

Document Freedom Day del 25 marzo 2015 a Perugia

Abbandonare i documenti cartacei con il software libero e i formati standard e aperti

Il GNU/Linux User Group Perugia è lieto di patrocinare il convegno organizzato da Associazione LibreItalia, Comune di Mozzecane (VR) e Università di Perugia in occasione del Document Freedom Day del 25 marzo 2015.

Il convegno "Addio documenti cartacei: dematerializzare con il software libero e i formati aperti", con interventi di Tomas Piccinini, Sindaco di Mozzecane, Italo Vignoli, cofondatore dei progetti LibreOffice e LibreItalia, e Simone Aliprandi, fondatore di CopyLeft Italia, da Villa Ciresola a Mozzecane; e di Giuseppe Liotta, Gianluca Vinti e Osvaldo Gervasi dell'Università di Perugia, Alfiero Ortali e Sonia
Montegiove della Provincia di Perugia, dall'Università di Perugia. Le due sedi saranno collegate in videoconferenza.

Document Freedom Day 2010

Document Freedom Day 2010

Sabato 27 marzo, presso il Liceo Scientifico Statale Alessandro Volta di Spoleto, si è svolto il Document Freedom Day italiano. Si tratta di una manifestazione internazionale organizzata sotto l'egida di Free Software Foundation Europe ed altre organizzazioni al fine di sensibilizzare il pubblico sull'importanza degli standard aperti e dei formati liberi per i documenti digitali. In Italia l'organizzazione dell'evento è stata curata da FSUG Italia.

Il target della giornata sono stati gli stessi studenti del Liceo ospite, divisi in due gruppi per necessità logistiche. La giornata è stata aperta dagli interventi delle autorità, tra cui l'assessore all'Istruzione e Formazione, Maria Prodi, che ha anche presentato SLURP!, una Ubuntu approntata appositamente per gli studenti delle scuole medie superiori.

Reportage Document Freedom Day '08

Ieri a Perugia presso i locali del Dipartimento di Matematica e Informatica, si è svolto il Document Freedom Day 2008, organizzato dal FSUG Italia e da LiberaSW.
Anche se l'audience non era molta, ho partecipato con vivo interesse ad una discussione che, dopo gli interventi dei relatori, si è dimostrata veramente a doppio senso di marcia: domande, risposte, considerazioni dei relatori e dei presenti molto interessanti e stimolanti.

Condividi contenuti